make-up-blender-kiko-recensione

Make up Blender Kiko Recensione

Gli strumenti del make up sono importanti quanto il make up stesso. In questo post vi parlerò della Make Up Blender Kiko ossia la spugnetta per il fondotinta.

Tra i vari tipi di fondotinta quello liquido non è propriamente il mio preferito, in genere preferisco quello in polvere che però è meno coprente. Quando voglio essere impeccabile e ho bisogno di una base viso duratura, ecco che ricorro al fondotinta fluido, ideale per mascherare al meglio le mie imperfezioni.

Di metodi per applicare il fondo liquido ce ne sono tanti ma uno dei più noti è quello che vede l’utilizzo della spugnetta. Ne ho provate molte e di diversi tipi, la spugnetta Kiko è però la sola protagonista di questo post.
make-up-blender-kiko

Kiko Make Up Blender

Ho acquistato la make up blender Kiko ormai diversi anni fa, in occasione dell’uscita di una edizione limitata dell’ormai lontanissimo 2013.

Nel tempo questa blender è stata riproposta in altre colorazioni, quella che presi io era di un bell’azzurro e a distanza di ben 7 anni ce l’ho ancora! Posso assicurarvi che quella che possiedo e la nuova spugnetta della collezione permanente sono assolutamente le stesse, si diversificano solo per colore.
spugnetta-fondotinta-kiko-blender

La spugnetta Kiko per il fondotinta ha una forma molto particolare che io definirei a campana, presenta una punta larga, una strozzatura che risulta molto comoda per l’impugnatura e infine un fondo leggermente curvo.

Questa sua forma anatomica la rende di facile utilizzo, ideale anche quando si ha bisogno di un’applicazione veloce del fondotinta senza però fare errori.

kiko-make-up-blender

Quando uso il fondotinta fluido applico la quantità che mi serve sul polso, quindi lo distribuisco in alcuni punti strategici del viso come

  • guance
  • fronte
  • mento

e da qui lo sfumo verso l’esterno con movimenti veloci. Sulle zone estese come le guance e la fronte, utilizzo la parte finale della spugnetta usandola come fosse un timbrino, picchiettando e stemperando il colore. In questo modo riesco ad ottenere una coprenza maggiore, specie sulle imperfezioni come le vecchie macchie post brufolo.

Nei punti più stretti come contorno occhi e contorno labbra, e in prossimità delle narici, uso invece la punta della spugnetta viso di Kiko per essere più precisa, poi, dove necessario, ripasso il colore.

La  blender la uso per lo più da asciutta così da ottenere una base più coprente, solo quando voglio un risultato molto naturale la utilizzo da bagnata.

Kiko Make Up Blender Opinione

Con la spugnetta Kiko per il fondotinta il prodotto si applica con notevole semplicità e in maniera uniforme.

La spugnetta è resistente infatti ce l’ho ancora dopo 7 anni e continua a fare il suo lavoro nonostante gli innumerevoli lavaggi, neanche troppo delicati.

Nel tempo non si deforma nè scambia e mantiene la sua consistenza. E’ la spugnetta più longeva che abbia mai avuto.

Come evidente l’elenco dei pregi è sicuramente notevole, l’unica pecca, a mio parere è la punta che risulta un po’ troppo grossa. Per le zone del viso più piccole, come lo spazio tra gli occhi e il naso, si riscontra qualche difficoltà a sfumare il fondo.

In definitiva si è rivelato un ottimo acquisto, uno dei migliori mai fatti, nonostante qualche difettuccio la ricomprerei ad occhi chiusi… quando la mia vorrà lasciarmi ma sembra immortale!

Info in pillole.

Prezzo: 6.99 euro
Si può usare anche con blush in crema e illuminanti liquidi.

Potrebbe interessarti:

Voglia di shopping online? Scopri le offerte in corso su Sephora.it, Kiko Milano, Beauty Star, LookFantastic, Marionnaud e Pupa Milano