26 maggio 2017

Le confessioni make up di una mamma

Dopo avervi raccontato come è cambiata la mia beauty routine da mamma, ritorno sull'argomento per parlare delle mie vecchie e nuove abitudini make up.
In questo post vi racconterò come preferisco truccarmi, com'è cambiato il mio maquillage negli anni, i miei stratagemmi per non rinunciare al trucco quando ho poco tempo e infine gli errori e quello che non so fare con il make up.

make-up-da-mamma

I primi trucchi e i miei acquisti make up nel tempo.

Ho iniziato a truccarmi a circa 11 anni, mi truccavo però in casa e uscivo struccata. Come molte mie coetanee, ho iniziato con le palette plasticose ma carinissime che uscivano con il Cioè dove trovavo anche i primi tutorial. Osavo tantissimo con i colori, ricordo ancora qualche trucco con sfumature di verde, di tanto in tanto cercavo qualche cavia e truccavo qualche cugina più piccola, era tutto un gioco, prove sperimentali per intenderci.
La mamma non è mai stata un asso con i trucchi, lei è sempre stata affezionata al suo ombretto azzurro che spalvama con il dito sulla palpebra mobile, la parola "sfumare" non l'avrà neanche mai sentita pronunciare. A casa c'era qualche palettina di ombretti polverosi sui toni del blu... inguardabili giuro. Mamma non aveva neanche il mascara e zero rossetti, come io sia diventata una beauty addict è un mistero!

A 13 anni sono iniziate le prime timide uscite da truccata, facevo una riga con la matita bianca sopra la palpebra vicino al bordo ciliare a mo' di eyeliner e mettevo il mascara, sulle labbra un gloss rosato e questo era tutto il mio trucco se così lo si può chiamare. A 14 anni ho comprato con i soldini risparmiati i miei primi trucchi, il Mascara Voluminous L'oreal x3 e una matita nera della Rimmel, più un temperamatite della stessa marca che ho ancora ed è in perfette condizioni dopo quasi 20 anni! ...la matita Rimmel l'ho buttata solo l'anno scorso per la serie io rispetto i pao, non l'ho mai terminata perchè poco scrivente ma era una reliquia e non volevo separarmene.

A 17 anni ho ricevuto i primi beauty cofanetti Pupa come regalo di natale, ricordo ancora la meraviglia nell'aprire il Diavoletto rosso e L'angioletto azzurro, da allora ho iniziato a collezionarli per ogni occasione speciale per ben 10 anni anche se negli ultimi anni li compravo (o meglio, chiedevo in regalo) più per il packaging che per i trucchi che contenevano. Avevo una collezione davvero vasta che è finita però nella cantina della vecchia abitazione.
Questo natale ho ricevuto il Principino come regalo da parte del mio bebè, tenerissimo, non lo uso ma ce l'ho esposto per quanto è carino.

cofanetti pupa


Solo ben oltre i vent'anni ho iniziato a comprare i primi prodotti performanti. Nel 2011 ho iniziato a comprare le prime palette da 100 ombretti, coloratissime e dai finish shimmer e texture ultra resistente. Ho iniziato a sperimentare tanto con il make up, a comprare pennelli e decine di prodotti. In due anni ho riempito la casa di trucchi low cost, rossetti da 1 - 2 euro, palette da 100 colori a 15 euro e decine e decine di smalti economici, anche da 50 cent.

Ad oggi, dopo aver raggiunto una collezione sterminata di prodotti, faccio acquisti mirati e molto più costosi. Preferisco spendere di più per performance migliori o anche solo per un packaging più raffinato o per avere un prodotto esclusivo. Difficilmente compro un fondotinta che costi meno di 50 euro, anche il budget per i rossetti è salito ma di tanto in tanto faccio ancora qualche acquisto spicciolo perchè ai prezzi bassi e alle super offerte ancora non so resistere.

make up costoso
I prodotti dell'ultimo anno. Rossetto e smalto Chanel, e il mio amato fondotinta Smashbox.


rossetti economici
Uno dei rossetti acquistati da Primark a settembre 2016 per 2.50 euro


Le mie preferenze make up

La fase di acquisto compulsivo, ma non dispendioso, durata dal 2011 al 2014 mi è servita per sperimentare tanto e per capire cose mi stesse bene e cosa no. Sugli occhi, ad esempio, i primi make up con le palette da 100 ombretti erano coloratissimi, osavo sfumare anche 7 - 8 ombretti per occhio, da queste prove ho capito che sugli occhi i viola e i verdi risaltano il mio iride marrone con una forte componente gialla, in base ai colori che sfumo sulle palpebre possono sembrare ambrati o verdi. I blu mi piacciono tanto ma ho notato che mi stanno bene solo in estate con la pelle abbronzata, altrimenti stonano troppo sul mio incarnato pallido.

trucco da mamma


Per le labbra sono passata dai gloss ai lipstick iperpigmentati e infine ai rossetti sheer che rappresentano una sorta di ritorno al passato. Fino a un paio di anni fa adoravo i fucsia, li compravo di qualsiasi gradazione, poi ho provato i nude, i marroncini e da un annetto sono in fissa con i rossi aranciati. Ah, come si cambia!
Mi piacciono i rossetti cremosi e lucidi che applico direttamente dallo stick anche se ho diversi pennelli labbra, i rossetti matt durano di più ma non donano alle mie labbra sottili.

Il fondotinta che preferisco è quello in polvere, ma trovarne uno che copra bene le imperfezioni e duri tanto non è facile, o meglio, l'ho anche trovato ma non del colore giusto, e quello che era giusto non è più in vendita e quindi ripiego sul classico liquido. Mi piace applicarlo con la spugnetta se fluido, senza tirarlo ma picchiettandolo per coprire meglio, se sono in polvere uso il flat top buki. Spesso per i liquidi uso semplicemente le dita.

Uso sempre la cipria, ne applico giusto un velo per fissare il fondo.

Sugli zigomi applico un blush rigorosamente senza glitter o sbrilluccichini vari, mi piacciono sia rosati che aranciati, no ai colori tipo Barbie. A volte al posto del fard metto una terra mosaico.

Il make up da mamma - i miei segreti per un trucco veloce

Quando ero in attesa di Leo ho iniziato a prepararmi... no, non parlo della valigia dell'ospedale o di una preparazione psicologica al nostro incontro e simili, io parlo del make up. Ho iniziato a pensare come avrei dovuto organizzare il trucco per non rinunciarvi per il poco tempo che avrei avuto a disposizione da dedicare a me stessa una volta nato il mio cucciolo. Ho cercato e studiato, nei nove mesi di gravidanza, quali prodotti si prestano ad un utilizzo ultra rapido e ho provato a capire quali cosmetici dover ritenere indispensabili e quali no. In pratica ho cercato di crearmi un trucco base, essenziale, da realizzare in tempi rapidi e che mi facesse sentire in ordine e in pace con me stessa.

Ho cominciato a domandarmi a cosa avrei potuto rinunciare e a cosa no e ho capito che tra una buona base e un trucco occhi complesso, io preferivo la prima, anche perchè da già diverso tempo prima della dolce attesa ho iniziato a realizzare per gli occhi make up nude con solo mascara e matita nella rima interna.

Innanzitutto con un bimbo che non ti dà un attimo di tempo per te stessa, e questo te lo devi rubare, la cosa fondamentale con il trucco è avere sempre tutto a portata di mano. Ho quindi raccolto in una scatola i prodotti essenziali, quelli per un make up veloce ma completo con prodotti per viso e occhi e una crema da usare come base. In questo modo non devo andare a cercarmi i trucchi in giro o pensare a cosa mettere perchè è già tutto lì.
Ho anche una seconda scatola con i pennelli da usare. Come scatole riciclo quelle delle beauty box ricevute, sono graziose da vedere e pratiche, inoltre la rigidità permette di riporre in sicurezza i prodotti, senza il timore che si possano rompere.

come organizzare il makeup
Organizzare i prodotti make up per averli sempre sotto mano

I miei prodotti make up indispensabili sono:

  • Matita sopracciglia
  • Mascara nero
  • Kajal burro
  • Fondotinta (in foto è in polvere, di Avon, che uso ora con il caldo)
  • Cipria 
  • Terra/blush
  • Rossetto, preferibilmente sheer per un'applicazione veloce

make up per mamma
Il mio make up da mamma - base luminosa e trucco nude per gli occhi. Al rossetto non rinuncio mai.

Un extra è un ombretto bianco che uso per illuminare e definire la palpebra sotto l'arcata sopraccigliare.

Se ho più tempo e voglia di colore, ripiego sugli ombretti in stick, durante la gravidanza ne ho fatto scorta e li ho usati spesso per capire come applicarli al meglio. Le performance migliori li danno quando sono fissati con le polveri, altrimenti finiscono nelle pieghe dopo qualche ora. Ottimi per smokey eyes veloci, basta applicare il colore dallo stick e sfumarlo con un ombretto simile servendosi di un pennello penna per realizzare un trucco intenso e duraturo.

long-lasting-stick-eyeshadow-kiko
Gli ombretti in stick che uso sono i long lasting stick eyeshadow kiko, questi ne sono alcuni in mio possesso. Ottimo rapporto qualità/prezzo.


Confessioni make up

Per quanto ami il trucco ci sono tecniche che non mi piacciono o applicazioni che non mi riescono. Questi sono tutti i miei punti deboli.

La riga di eyeliner. Con l'eyeliner sono un po' una frana ma da quando ho scoperto quello in penna che facilita l'applicazione, riesco a fare qualcosa di decente anche io. La codina non viene mai uguale ad entrambi gli occhi, l'aggiusto alla meglio con lo struccante fino ad ottenere un risultato accettabile. Mi piace usare l'eyeliner ma solo se ho tempo, altrimenti rinuncio perchè mi ci devo applicare.

Ciglia finte. Ci ho provato una volta a metterle, forse due. No, non è roba per me, passo!
Poi serve mano ferma e chi ce l'ha!

Contorno labbra. Anche qui serve precisione, io poi c'ho l'ansia, ci vedo poco, mi metto a mezzo centimetro dallo specchio e ciò nonostante faccio un Picasso. Come matita uso la trasparente giusto per tenere il rossetto nei bordi, mentre con le tinte devo starci molto attenta e per questo le applico solo quando ho molto tempo e... calma.

Il Contouring. Non è una tecnica che mi piace particolarmente perchè trasforma troppo il viso, lo faccio molto raramente e comunque in modo leggero, serve il tempo per sfumare tutto bene e voglio un risultato naturale. Per le grandi occasioni mi armo di pennelli, polveri e ci provo, ma solo in questi casi appunto eccezionali.

Dopo queste confessioni make up, proprio da beauty blogger navigata, spero mi riteniate ancora degna di essere letta in futuro... o già avete tolto il follow per caso?

E le vostre abitudini truccose quali sono? Come avete iniziato a truccarvi? Quali stratagemmi adottate per un make up lampo? Fatemi sapere nei commenti.




2 commenti:

  1. E' sempre importante avere cura di se stesse e sentirsi valorizzate, anche quando si ha poco tempo :) ottimi i tuoi consigli!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia un commento, i commenti mi aiutano a migliorare il blog e ad arricchirlo. Generalmente ricambio i commenti, soprattutto se li reputo interessanti.

Post Correlati

Si parla di...

Instagram Photos

Chi sono

Sabrina La Targia

Sabrina, blogger dal 2005. Laureata in chimica ma beauty advisor nella vita, creo contenuti sul web per passione.

Contatti

Sei un'azienda o un sito web e vuoi farmi provare i tuoi prodotti? Scrivimi a: memoliy84@gmail.com _______________________________
If you are a company or website that would like me to test/review some of your product, feel free to contact me at: memoliy84@gmail.com
follow me
pulsante facebook google plus twitter bloglovin instagram

Visualizzazioni

Newsletter