5 aprile 2016

Come guadagnare soldi con un blog di make up

Come guadagnare con un blog non è certo un tema nuovo sul web, ma quando si cercano notizie specifiche su come rendere remunerativo un blog di trucco o un beauty blog allora sì che le informazioni scarseggiano.

Guadagnare soldi, e quindi non più il semplice avere prodotti gratis, con un blog di make up, è un argomento quasi tabù. Tutte le blogger, più o meno conosciute, hanno i loro modi per fare qualche spicciolo con il proprio spazio virtuale ma purtroppo sono in pochissime a condividere con altre il come riescano nell'impresa.

guadagnare con blog make up

In questo articolo vi racconterò tutte le mie esperienze di guadagno, avute o rifiutate, già perchè al contrario di come molte vogliono far credere, rifiutarsi di scrivere a pagamento è possibile e c'è chi come me lo fa. Non è quindi una guida generale, piuttosto il racconto della mia esperienza diretta come beauty blogger sperando che possa in qualche modo esservi utile.


Beauty blog e Adsense

Cos'è Adsense? Adsense è un programma pubblicitario di Google che consente di guadagnare mediante la pubblicazione di banner sul proprio blog. Si guadagna soprattutto sui click ricevuti, ma anche sulle visualizzazioni totali ottenute dai banner stessi. In parte si guadagna anche per eventuali azioni effettuate dal visitatore sul sito collegato al banner, tipo un acquisto online o l'iscrizione alla newsletter, cosa però che accade di rado.

Il programma ha un regolamento rigidissimo ed essere bannati, e a vita, è molto facile. I pagamenti però, se rispettate tutto a regola d'arte, sono sicuri e puntualissimi, del resto dietro c'è una società solida e importante come Google Inc.

Utilizzare Adsense è molto semplice, basta avere un account google, come gmail, o crearlo in pochi minuti ed iscriversi al programma. E' bene leggere attentamente le linee guida per poter pubblicare senza preoccupazioni di eventuali ban, i banner sul proprio blog.
Attraverso blogspot, piattaforma di blogging dello stesso Google, la pubblicazione dei banner è ancora più semplice, basta infatti accedere alla sezione Profitti, iscriversi al programma, e poi scegliere dove pubblicare gli annunci e anche di personalizzarli.

tutorial-guadagnare-con-blog-adsense
Non mi dilungherò su come sistemare i banner nello specifico, ci sono già tantissime guide disponibili, invece vi darò la mia opinione sull'uso del programma sui blog.

La mia opinione su Adsense:

Adsense a mio parere è un programma di affiliazione che andrebbe usato solo se il blog fa un numero elevato di visualizzazioni giornaliere e mensili. Su un blog di trucco e cosmetici, mettere i banner adsense ha poco senso quando il sito non supera le mille visualizzazioni al giorno e anche in quel caso la situazione resta comunque da valutare.

La mia esperienza con Adsense

Sui vari blog di make up che ho avuto, dal 2010 ad oggi, con un numero di visitatori giornaliero di circa 1000 unità i guadagni non hanno mai superato i 15 - 20 euro mensili. Una cifra davvero bassissima, certo se si pensa che sono circa 200 euro all'anno, schifo non fanno però il gioco a parer mio non vale la candela, mi spiego.
I banner quando sono cliccati portano il visitatore fuori dal blog, in più per essere caricati necessitano di un po' di tempo e quindi rallentano la pagina, così si ha come effetto quello di perdere visitatori o perchè questi chiudono il blog poichè lento o perchè cliccando sul banner vanno al sito dell'inserzionista. Per cifre così basse a parer mio non ne vale la pena perdere lettori e così i banner Adsense, dopo averli provati in più periodi dell'anno, ho deciso di toglierli.

Ci sono altri programmi di affiliazione che pagano a click, ma non è il caso di prenderli in considerazione a meno che non si è stati bannati da Adsense, questo programma infatti è il migliore di tutti e non ha assolutamente rivali.

Affiliazioni dirette

Ci sono beauty store che propongono alle blogger una speciale affiliazione. Si tratta di ricevere una percentuale sulle vendite effettuate tramite il proprio blog, per poter vendere è sufficiente esporre un banner sul blog che presenta un codice che identifica la blogger, se questo viene cliccato e chi clicca acquista sul sito ecco che si genera un guadagno. Il click senza vendita però non dà alcun compenso.
Spesso alle lettrici del blog che espone un banner di questo tipo, viene offerto uno speciale codice sconto che invoglia quindi all'acquisto.

La mia esperienza con le affiliazioni dirette

Ho provato sul mio primo blog di make up le affiliazioni dirette, in particolare quella con Blush Professional, parlo di diversi anni fa, non ricordo se era il 2012 o il 2013 e non so se si possa attivare ancora, ad ogni modo, dopo mesi di esposizione, secondo le statistiche non ho mai generato alcuna vendita pertanto non ho mai ricevuto alcun compenso.
Onestamente ho sempre dubitato dell'affidabilità di queste affiliazioni dirette, secondo me per evitare di pagare non registrano le vendite e danno statistiche sfalsate, anche perchè non mi trovavo con le visualizzazioni, confrontando le visualizzazioni di quel banner con altri presenti contemporaneamente in pagina, le prime risultavano di gran lunga minori.

Questa esperienza mi ha fatto poi desistere dal provare qualsiasi altra affiliazione di questo tipo: non mi fido!

Pubblicare post dietro compenso

Scrivere dietro compenso è possibile, e questo diventa tanto più vero quanto più il blog diventa conosciuto e affermato.
Ci sono vari modi per poter scrivere sul proprio blog post retribuiti:
  • essere contattati direttamente da un'azienda
  • guest post
  • aderire ad un circuito di pay per post
Analizziamo ora i singoli casi.

Azienda o agenzia che contatta tramite mail per scrivere dietro compenso.

Per esperienza diretta vi dico che mi è capitato diverse volte di essere contattata per scrivere dietro compenso, sia da agenzie che gestivano il marketing di note aziende, sia da personale legato direttamente all'azienda che vuole essere sponsorizzata.

Chi vi contatta vuole un articolo che parli di un prodotto, un evento o di un marchio, scritto da voi, a modo vostro che però rispetti alcune linee guida.
Chiaramente si tratta di un post pubblicitario quindi di qualsiasi cosa tratti ne dovrete parlare bene, su questo non c'è dubbio, ma soprattutto in genere viene chiesto di inserire un link dofollow ad una determinata pagina web, con anchor text specifica, oltre che l'inserimento di determinate keyword all'interno del post.
In genere i compensi dipendono dalla popolarità del blog, spesso chi vi contatta vi chiede un preventivo, o in alternativa vi propone una certa cifra, il tutto è ovviamente trattabile da entrambe le parti.
Nelle comunicazioni, che spesso avvengono tramite mail, si può raggiungere un accordo per il compenso da ottenere ma è invece molto difficile ritrattare sulle linee guida.
Questo tipo di collaborazione è spesso il più remunerativo. I compensi sono alti per un lavoro di poche ore.

Pubblicare Guest Post

Il Guest Post non è altro che ospitare articoli di altri sul proprio blog. La blogger non deve fare nulla, semplicemente pubblicare, con copia e incolla, un articolo già scritto.
Come nel caso visto prima, anche qui si è contattate tramite mail, i compensi sono molto più bassi in quanto il lavoro della blogger è minimo, ma l'articolo presenta più o meno le stesse linee guida viste prima.
Ecco un esempio concreto di richiesta di guest post che ho ricevuto tempo fa. Cliccando sulla foto s'ingrandirà così potrete leggere meglio.

scrivere post a pagamento
Anche in questi casi è richiesto un articolo con link dofollow. Il problema di questi articoli, che ho spesso ritrovato su blog di colleghe (conoscendo il cliente è facile individuare chi accetta di pubblicare guest post), è che la qualità dei testi non è molto elevata. Seppur ben scritti, trattano argomenti banali e non portano nulla al blog, oltre ad un compenso ovvio.

Aderire ad un circuito di Pay per Post

Questo è un caso pressocchè identico a quello del contatto diretto con l'agenzia che chiede di scrivere articoli a pagamento, solo che c'è un intermediario ossia il circuito di blogging.
Avete presente quando leggete una recensione in anteprima di un cosmetico Garnier o Maybelline da pochissimo uscito sul mercato o addirittura ancora non presente? In genere ci sono proprio questi circuiti dietro questi post restribuiti. Per aderire in genere bisogna farne richiesta direttamente tramite il loro sito, e se si è idonee si può partecipare a queste vere e proprie campagne marketing.
In genere, ma non sempre, oltre a ricevere un compenso per il post, si ricevono anche gratis i prodotti da recensire.

Aggiungo una piccola considerazione sulle recensioni scritte in questo modo: una cosa è scrivere un post pubblicitario, un'altra è scrivere una recensione pagata, in questo modo la recensione perde di credibilità, è inutile dire che si è oneste lo stesso ecc ecc, se si sa che una recensione negativa negherà inevitabilmente la possibilità di scrivere altri post pagati di questo tipo, è chiaro che si tende a tenere le opinioni negative per se e ad esaltare il prodotto. Il tutto porta ad una perdita di credibilità della blogger, per le cifre offerte dal network, non ne vale la pena.

La mia opinione sulla pubblicazione dei post retribuiti.

Indipendentemente dal sistema utilizzato, finora si è visto, stando ovviamente solo alla mia esperienza, che queste diverse metodologie per pubblicare dietro compenso hanno un filo conduttore comune: inserire keyword e pubblicare link dofollow, ossia collegamenti che siano indicizzati da Google e che aiutino il sito sponsorizzato ad essere più visibile online.
Come ho già scritto in diverse occasioni, inserire link dofollow in post pagati, con denaro o con prodotti, è assolutamente vietato da Google, e se il motore di ricerca se ne accorge, e credetemi è solo una questione di tempo ma prima o poi succederà, il vostro blog sarà cancellato dalle serp e non comparirà più nell'indice di Google tramite ricerche, oppure ci sarà ma in posizioni talmente basse che nessuno lo visiterà.

Non lo dico per sentito dire, ma quando avevo il vecchio blog e pubblicavo articoli dietro compenso, contenenti link, Google mi bannò dall'indice e il mio blog scomparve dal motore di ricerca con conseguente calo drastico delle visite giornaliere. Per ripristinare la situazione fu necessario eliminare tutti i link dofollow inseriti nei post a pagamento e attendere mesi e mesi prima che Google mi riprendesse nelle sue grazie. Un'esperienza che non voglio ripetere mai più.
Ecco perchè ogni volta che mi propongono di scrivere post a pagamento che contengono link dofollow io rifiuto, anche se certe volte mi mangio le mani perchè, soprattutto se contattata direttamente dalle aziende che vogliono essere sponsorizzate, le cifre offerte sono molto molto alte.

Di scrivere review a pagamento, indipendentemente dal discorso link, è una pratica che invece trovo scorretta nei confronti delle lettrici e che io rifiuto a prescindere da qualsiasi discorso di compenso o di eventuali ban da Google.

Network di Affiliazione

Un network di affiliazione è un circuito che consente di guadagnare mediante le vendite effettuate attraverso il blog. E' un po' come succede con le affiliazioni dirette viste nel secondo paragrafo, ma aderendo a network affidabili, si hanno due certezze:
  • la collaborazione con aziende molto conosciute e che pertanto vendono facilmente
  • la certezza di essere retribuiti
Utilizzo ormai da anni un network di affiliazione che mi consente, tramite questo blog e quelli avuti in passato, di ricevere un compenso quando attraverso l'esposizione di un banner o di un link in un post, un lettore effettua un acquisto sulle aziende presentate. In particolare sono iscritta a Zanox, network di affiliazione tra i più conosciuti in europa e tra i più validi e affidabili.

Come funziona Zanox.

Con Zanox non si ha un contatto diretto con l'azienda da sponsorizzare, non si trattano eventuali condizioni di vendita o cose del genere, esiste invece una lista di aziende che espongono un tariffario su quanto sono disposte, e in che tempi, a pagare per ogni vendita effettuata da un sito o un blog. Per poter pubblicizzare una data azienda è necessario effettuare una domanda di adesione, sempre tramite il network, essere accettati e da li si ha accesso a una serie di strumenti, link o banner, da inserire nel proprio blog, dove come e quanto si vuole.

zanox opinione

Non ci sono recensioni da scrivere, i link da inserire, e inserirli sarà solo una vostra scelta, sono nofollow e quindi sicuri. Tuttavia si può anche scegliere di esporre solo banner, ma è bene ricordare che non si è pagati per click ma solo ed esclusivamente per le eventuali vendite generate dal click in questione.

Per una guida completa del programma vi invito ad effettuare una ricerca, io sinceramente non saprei spiegarlo nel migliore dei modi.

La mia opinione di Zanox

Zanox è ad oggi l'unico sistema che uso per monetizzare con il mio blog. Quanto si guadagna dipende da moltissimi fattori:

  • la popolarità del blog
  • la scelta dei siti da sponsorizzare
  • riuscire ad usare bene gli strumenti (banner e link) messi a disposizione dai diversi programmi

Non è semplice monetizzare con zanox, è secondo me il sistema più complicato tra quelli visti finora, tuttavia è quello che preferisco, perchè se si riesce ad utilizzarlo bene può rendere tanto.

Con Zanox per poter vendere il blogger deve avere molte competenze, deve conoscere i propri lettori e armarsi di pazienza. La pazienza serve perchè da quando si genera la vendita, al pagamento della stessa, può passare un'eternità, ci sono programmi ad esempio che pagano a distanza di quasi un anno dalla vendita effettuata e a volte le vendite generate, per una serie di motivi, vengono annullate.

zanox su beauty blog

Qui in alto vi mostro tutti i compensi ricevuti dal 2013 ad oggi. In questo arco di tempo ho spesso abbandonato il network provando altri sistemi per guadagnare con il blog, come quelli elencati finora, ma dal 2015 lo uso con costanza e i guadagni sono diventati sempre più frequenti e più interessanti grazie all'aumento della mia conoscenza del sistema e dell'aumentata popolarità del blog.

Perchè preferisco usare Zanox rispetto a tutti gli altri sistemi elencati in questo articolo? Perchè mi dà piena libertà di scelta e sicurezza
  • posso sponsorizzare chi voglio e come voglio
  • i metodi di sponsorizzazione sono sicuri e non mettono il blog a rischio ban da google
  • anche se bisogna attendere molto per la conferma delle vendite, i pagamenti sono precisi e puntuali
  • i tipi di sponsorizzazione non minano la credibilità della blogger perchè non si scrivono review a pagamento e si pubblicizzano solo le aziende che davvero si apprezza
Ecco perchè vi invito a provare ad usare questo network, soprattutto se avete un pubblico, vasto o piccolo che sia, che conoscete bene e su cui avete una certa influenza.
E' infatti, a parer mio, il modo più pulito, sia nei confronti delle lettrici che di etica del web, per guadagnare con il proprio blog. Provate e fatemi sapere.

Spero che aver condiviso la mia esperienza con voi possa tornarvi utile, l'argomento è molto complesso e mi auguro vivamente di essere riuscita ad esporlo in maniera chiara, purtroppo so di non essere stata esaustiva perchè gli strumenti elencati sono davvero molti e per descriverli singolarmente nel modo giusto non basterebbero uno o due post ma ne servirebbero molti di più, tuttavia qualora aveste delle domande, non esitate a chiedere.
Fatemi sapere cosa ne pensate, aspetto i vostri commenti.

Ps. alcuni dati come guadagni, nomi e compensi presenti nelle immagini sono stati oscurati in quanto esistono dei vincoli di riservatezza che mi obbligano a non rivelare queste informazioni.

Leggi anche: Le proposte indecenti che ricevono le blogger
Collaborazioni per blog ecco come fare per ricevere prodotti gratis



follow me

pulsante facebook  google plus  twitter  pinterest  bloglovin  instagram

14 commenti:

  1. Davvero un ottimo post! Molto utile ti ringrazio!

    RispondiElimina
  2. Adsense mi si è sbloccato da un po' ma non l'ho mai utilizzato perché ovviamente non ho visibilità. A Blogger Italia, quando ho letto le condizioni, non mi sono iscritta. Cioè devo scrivere post pilotati? E anche no. Interessante Zanox. Non so se guadagnerò mai con il blog sinceramente, per come sono fatta di carattere, mi sa che nella vita non combinerò un granché. Lo scopriremo solo vivendo. Ho notato tanta ipocrisia. Non mi dispiace la mera pubblicità. L'importante che sia un'azienda che stimi. Però sulle recensioni non transigo. Se un prodotto non è valido piuttosto non ne parlo. Interessante post ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sul tuo punto di vista. BloggerItalia quando era in gestione da un'altra società, cioè quando lo usavo anche io, non chiedeva di scrivere recensioni ma di presentare eventi come l'apertura di un nuovo negozio (spesso invitavano anche ad andarci), o l'apertura di un nuovo sito o di una manifestazione... insomma era totalmente diverso, bisognava solo parlare di qualcosa senza aggiungere un proprio, eventualmente falso, punto di vista. Poi purtroppo le cose sono cambiate e a me il nuovo regolamento non è piaciuto pertanto ho abbandonato il programma.

      Elimina
    2. Comunque provaci con zanox, è uno di quegli strumenti che può spingerti a migliorare come blogger e a cercare di capire di più cosa vogliono i tuoi lettori. I risultati non si vedono subito, ma con tanta pazienza e diversi tentativi si inizia man mano a vedere qualche riscontro. In bocca al lupo!

      Elimina
    3. Grazie del consiglio, intanto me lo segno. Sono sempre timorosa a fare le cose, non mi lancio subito. Anche perché è un mondo che conosco poco. Crepi!

      Elimina
  3. Utilissimo!! Ma davvero! Grazie per i consigli!

    RispondiElimina
  4. Grazie Fairymoon e NdSeM per i complimenti :)

    RispondiElimina
  5. Davvero molto interessante non conoscevo nessuno tra questi metodi e l'ultimo che consigli lo terrò presente!

    RispondiElimina
  6. Davvero un ottimo post, nessuno ne parla mai e mi è sembrato molto completo!

    RispondiElimina
  7. Sono arrivata a questo articolo tramite quello che avevi scritto sulle collaborazioni, ti assumerei come mia manager! Ahahahah
    A parte gli scherzi, complimenti, sei molto chiara e diretta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Debear, ti ringrazio per i complimenti :)

      Elimina
  8. Grazie perchè almeno questo post spiega bene cosa di deve o non deve fare. Mi rendo conto, leggendolo che la situazione è assai complicata e sinceramente senza l'aiuto di una persona esperta sarei persa. Mi piacerebbe anche a me guadagnare con il blog.. ma la vedo difficile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provaci beatrice, cerca di scoprire le potenzialità del tuo blog, di capire cosa cerca chi ti visita e perchè sceglie proprio te e poi prova lo strumento di guadagno che può essere più adatto alle tue esigenze. In bocca al lupo.

      Elimina
  9. grazie, post chiaro e molto utile!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia un commento, i commenti mi aiutano a migliorare il blog e ad arricchirlo. Generalmente ricambio i commenti, soprattutto se li reputo interessanti.

Post Correlati

Si parla di...

Instagram Photos

Chi sono

Sabrina La Targia

Sabrina, blogger dal 2005. Laureata in chimica ma beauty advisor nella vita, creo contenuti sul web per passione.

Contatti

Sei un'azienda o un sito web e vuoi farmi provare i tuoi prodotti? Scrivimi a: memoliy84@gmail.com _______________________________
If you are a company or website that would like me to test/review some of your product, feel free to contact me at: memoliy84@gmail.com
follow me
pulsante facebook google plus twitter bloglovin instagram

Visualizzazioni

Newsletter