20 aprile 2015

Le proposte indecenti che ricevono le blogger

Quando si mettono anima e corpo in un progetto, come può esserlo un blog, presto o tardi i risultati arrivano. Aumentano le visite, il blog è più in mostra, inizia anche a farsi notare e immancabilmente nella propria casella e-mail giungono delle proposte di collaborazione.

In 10 anni di blogging, che raggiungerò fra pochi giorni, questo è il mio terzo blog, tutti i miei spazi virtuali, in un modo o in un altro, mi hanno fatto avere delle soddisfazioni e spesso sono stati per me motivo di orgoglio. Il tempo che ci dedico unito alla tanta passione fanno sì che raggiungere certi traguardi, come può esserlo un determinato numero di visitatori al giorno, diventa solo una questione di tempo e nient'altro.

proposte di collaborazione


Anche Follettarosa Beauty e make up ha iniziato di recente ad essere preso in considerazione molto più spesso rispetto a qualche tempo fa, come lo scorso anno ad esempio, da uffici stampa delle più svariate aziende cosmetiche e non. Ogni settimana ricevo proposte di collaborazione di ogni tipo e, per quanto strano possa sembrare, non tutte sono interessanti o addirittura piacevoli.

Qui, senza menzionare alcun ufficio stampa o brand, riporterò in breve alcune delle proposte che più mi hanno lasciata di stucco e aggiungerò i miei personalissimi consigli su come comportarsi e/o rispondere in determinati casi imparando così a distinguere tra proposte davvero interessanti da quelle che invece possono essere delle gran perdite di tempo.

Tutto ciò che riporterò è frutto della mia esperienza di blogger, sono mie opinioni e considerazioni, che rispecchiano il mio modo di essere e di agire, pertanto può essere condivisibile o meno. I toni non saranno delicati, testo ad alto contenuto di sarcasmo e acidità!

I vari tipi di proposte di collaborazione in base a chi e come ti contatta.

L'intervistatore.

E' successo qualche anno fa con il blog su virgilio, ma è un tipo di proposta che ad alcune blogger arriva ancora.
Chi ti contatta si presenta come partner/giornalista/pr di una notissima rivista online, o sito di cosmesi e affini, che ti chiede di pubblicare un articolo sul tuo blog dove parli di questo famigerato magazine, che in realtà nessuno si fila, in cambio di un'intervista fatta sull'ultima pagina del loro blog. Intervista che leggerai tu e probabilmente qualche fan della tua pagina social mentre è in bagno e cerca ispirazione...


La proposta ti verrà fatta in modo da farti sentire importante, chi ti contatta in comunicazione ci sa fare e sa anche come rendere il tutto convincente. Ora, se vuoi sentirti celebre anche solo per un istante come Andrea della quarta edizione del grande fratello (nome a caso), menandotela poi sui vari social che ti ha intervistata la rivista online X dalla tiratura più che limitata, fai pure. Io ho rifiutato, non sono in cerca di fama e poi non volevo correre il rischio di ritrovarmi a dover fare autografi mentre facevo la spesa all'esselunga.

L'agente della Cia.

Shhhh, questo messaggio si autoditruggerà fra 5, 4, 3...
L'ultima volta è successa qualche settimana fa. Mi contatta il supermegaspecialistmarketingmarkettaro che lavora per un'importantissima agenzia che tratta solo con partner di alto livello e vuole sapere da te se sei disposta, dietro retribuzione, a scrivere articoli per loro. Fantastico, penserai, ma non ti dice cosa dovrai scrivere, per quali brand, nè quanto ti pagherà. Allora gli fai delle domande e costui (o costei) dice che per motivi di riservatezza non può risponderti.

mail di collaborazione blogger

Mmm non capisco, mi stai contattando TU per una collaborazione che dovrei accettare senza sapere nulla, così a scatola chiusa?

Allora prova a risponderti facendo esempi generici, dicendoti chiaramente di prenderli con le pinze e continua a fare il vago... poi dice, tesoro quanto prendi?
No, non capite male, parla di soldi da avere per l'articolo. Ma se io non so per chi e per cosa scrivere, che prezzi mai potrei fare?

Quando chi ti contatta fa il vago, dà poche informazioni in nome di una riservatezza, che francamente non capisco anche perchè se mi stai chiedendo di lavorare per te allora ci dovrebbe essere almeno un minimo di fiducia, resta una cosa da fare: rifiutare. Anche questo, fatto!

L'indiano.

E' lui, ti contatta, è di poche parole, va dritto al sodo, talvolta si capisce da solo. Ti dà un link e ti chiede di scrivere un articolo su quell'argomento, sponsorizzando ovviamente il sito di cui ti fornisce il collegamento. Non aggiunge altro, fa il tipo, se vuoi scrivere fallo, sennò pazienza, ti fa capire.

Ti pagherà? Certo che no. Ti manderà un prodotto? Scordatelo. E allora perchè dovresti parlare di loro? Bè, tanto sei una blogger e per questo sicuramente non avrai uncazzodafare. Ok, anche stavolta passo!

Il Seo.

Parte a bomba lei o lui, la proposta sembra perfetta, la grande occasione... Ti conquista, ha la tua attenzione, rispondi freneticamente alle email. E' chiaro, esaustivo, limpido e trasparente, poi ti sgancia la bomba... vuole la tua anima: ti chiede un link follow sul tuo articolo magari con anchor text specifica.

In barba alle linee guida per i webmaster di google, in particolare quelle sugli schemi di link su cui c'è poco da interpretare, dove il senso, detto e ribadito è che non puoi mettere link follow, con o senza anchor text specifiche, in un articolo che ti è stato pagato o per cui hai ricevuto doni in cambio, sia pur essi di una decina di euro, lui ti chiede quel dannatissimo link.
Allora, tu che le linee guida le studi giorno e notte e le temi e le rispetti più dei 10 comandamenti, mostri le tue perplessità, così il seo subito ti tranquillizza... tira fuori i suoi ventordici anni di esperienza in link building e cose simili, ti dice che quel link è sicuro, che il sito a cui punta è famosissimo e quindi non avrai problemi, che il sistema lo puoi aggirare, che papà Google non ti beccherà, non ti punirà, non ucciderà, senza pietà alcuna, il tuo blog. Puoi fidarti!

Mastigrancazzi! NO! Marzo 2014, un mese che nella mia storia di blogger non scorderò. Le collaborazioni in quel periodo fioccavano, a dirla tutta la maggior parte le chiedevo io quando testavo pure gli schiaccianoci pur di provare l'ebbrezza di ricevere prodotti gratis con il blog, così scrivevo la mia recensione e ci ficcavo il mio link follow. Ne mettevo solo uno ad articolo, quindi poca roba, puntavano a siti sicuri, conosciuti, ben indicizzati, ed ero tranquilla... poi però mi arrivò la mail con la segnalazione di link innaturali con la conseguente esclusione, parziale, dall'indice di google. Dopo tanta fatica per essermi ripresa, ci ho messo un paio di mesi registrando visite da minimi storici, ora non linko manco più il sito del vaticano, per fare un esempio.

La verità è che la regola è chiara, che mettiate un link al sito di L'oreal, o di Chanel o di chissà quale grande, immensa, notissima azienda, anche uno solo, piazziato in un articolo scritto dietro compenso, potrebbe mandare a puttane il lavoro di mesi di indicizzazione e farvi sparire dalle serp! Rifiutare sempre!

Considerazioni sulle proposte di collaborazione. 

Ma le proposte sono tutte così? La maggior parte sì. Di persone che ti chiedono il tuo tempo e le tue energie senza proporti nulla in cambio, oppure ti chiedono di rischiare tutto quanto con un link sbagliato per pochi spiccioli o ancora, ti prendono in giro con compensi ridicoli come può esserlo una banale intervista, o un campioncino omaggio di un paio di ml, ce ne sono davvero tante.
Voi tenete sempre presente che chi vi contatta sta lavorando per qualcuno e per questo viene pagato, pertanto non può pemettersi di chiedere a voi di lavorare gratis, non ha senso!

Sinceramente, come blogger, sono stanca di essere vista come qualcuno che non ha nulla da fare e per questo ha tempo per pubblicizzare chicchessia solo perchè gli viene chiesto.
Il mio blog non è un raccoglitore di pubblicità o una pattumiera da riempire con articoli inutili che presentano spam.

C'è differenza tra scrivere spontaneamente una recensione positiva di un prodotto che ho sì provato ma pagato di tasca mia e scrivere sotto richiesta per pubblicizzare qualche azienda che, anche se può permetterselo, si comporta da spilorcia pretendendo di sfruttare il tuo canale per avere visibilità gratuita o a costo quasi zero.

Il fatto che io sia qui a scrivere tutti i giorni, o quasi, non significa che sono pronta a mettere il mio tempo a disposizione di chiunque, anzi scrivo per il piacere che mi dà la libertà di dire la mia sempre e comunque e questo non ha prezzo.

Se ci vuole coraggio a proporre di investire le proprie energie a favore di qualcuno, dove è solo questo qualcuno a guadagnarci, secondo me ce ne vuole altrettanto ad accettare.

Ci sono però anche le proposte serie che aiutano davvero il blog a crescere e contribuiscono al suo successo.

Le proposte davvero utilili per il blog.

Siamo arrivati alla gente seria, quella che merita rispetto, quella che ti viene voglia di trattare con i guanti, di augurargli sentitamente, buon natale, buona pasqua, buona settimana, buon lavoro... e così via.

proposte di lavoro blogger

Sono digital pr, si presentano in punta di piedi, con gentilezza ed eleganza ti salutano e si scusano in partenza se per caso ti hanno disturbato. Ti parlano chiaramente, nel modo più trasparente possibile, del loro lavoro, cosa fanno, chi sono, per chi intercedono. Ti presentano novità interessanti, perfettamente in linea con il tuo blog, può trattarsi di un nuovo prodotto in uscita di un marchio davvero conosciuto, di una nuova collezione make up, di qualsiasi cosa riguardi il beauty... loro hanno per le mani un nuovo prodotto e vogliono mandartelo per sapere tu cosa ne pensi.

Non ti chiedono nulla in cambio, niente, zero. Non ti chiedono una recensione, non ti chiedono link... ti domandano solo se possono mandarti quel prodotto e stop.

Non ci sono segreti, non devi fargli pubblicità, desiderano solo farti conoscere quel brand, che solitamente lo conosci già e anche tanto, tutto qui. E allora succede così, che ricevi davvero, e in tempi iperceleri, quel prodotto, quella collezione e ti viene naturale parlarne, ne parli come vuoi, nel tuo stile, mettendo pregi, non nascondi eventuali difetti... sei libera e ti senti libera di dire la tua anche se nessuno ti ha chiesto di scrivere una recensione. Così, capendo che chi ti ha contattato sta lavorando, ha avuto rispetto del tuo lavoro e vuoi rispettare a tua volta il suo, lo ringrazi e gli mostri la tua recensione.

In questi rapporti regna la gentilezza, la disponibilità, il rispetto per il tempo che ti dedica una persona e che tu dedichi ad essa. Mantengo alcune di queste collaborazioni da un paio di anni e queste mi hanno dato modo di scrivere alcuni degli articoli più letti di questo blog. Queste sono le collaborazioni che vale la pena di accettare e di mantenere.

Il mio consiglio ragazze, è quello di valutare sempre tutto. Di stare attente, di avere rispetto per la propria passione, per il proprio tempo, perchè gli altri difficilmente lo faranno, cercheranno di sfruttarvi il più possibile, di ridicolizzare il vostro blog.

Io, che il mio blog per quanto poco noto sia, lo amo e lo proteggo dal tipo di persone che ho elencato nella prima parte e me ne guarderò di starmene sempre ben lontana.

Ora chiedo a voi, quali sono le vostre esperienze in merito? Quali sono le proposte indecenti che avete ricevuto da blogger? Ditemi la vostra e buon blog a tutte!

Leggi anche: 5 buoni motivi per non chiedere collaborazioni per il tuo blog


follow me

pulsante facebook  google plus  twitter  pinterest  bloglovin  instagram

14 commenti:

  1. il post che hai scritto è pura verità, ho letto ogni singola parola e ne farò buon uso (anche se sono quasi 2 anni che ho aperto il blog, non ho ancora avuto la fortuna di essere contattata direttamente per una collaborazione, le ho sempre richieste io), ma di sicuro starò alla larga dagli approfittatori che hai descritto tu. Un post scritto con il cuore, con la "calma" dovuta, senza che qualcuno ti corra dietro si vede, ed anche i lettori lo vedono!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Valentina. Anche io con il primo beauty blog, su virgilio, ho atteso circa due anni prima di essere contattata, vedrai che a breve succederà anche a te. In bocca al lupo!

      Elimina
  2. Bellissimo post!! Non sono ancora stata contattata da nessuna azienda purtroppo perché il mio è un blog recente, ma mi ha fatto molto piacere leggerlo e terrò conto dei tuoi consigli!! Grazie! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rocio. In bocca al lupo per il tuo blog ;)

      Elimina
  3. Brava, molto interessante quello che scrivi :)

    RispondiElimina
  4. Sabrina quanto è interessante e scritto bene questo articolo. Purché il mio blog sia una vera e propria "caccoletta" rispetto al tuo, anche io ho ricevuto alcune proposte di dubbia natura del tipo "abbiamo letto il tuo blog, alcune recensioni sono in linea con i nostri articoli, ti inviamo questo prodotto da testare puoi recensirlo?" Ti rimandano al loro sito e ti accorgi che in realtà è un e commerce che c'entra poco o nulla con il tuo blog.
    Gente che si fa viva per una collaborazione e poi sparisce...di tutto di più. In appena un anno di blog, immagino tu in tutto questi anni, con la tua visibilità quante ne avrai viste e sentite...
    In ogni caso la penso come te. Il blog è un luogo da proteggere, da far crescere e da mantenere fedele a se stesso e alla persona che lo cura.
    Poco importa se da ciò che scriviamo riceviamo retribuzione oppure no. Le passioni e la libertà di dire ciò che si pensa non ha veramente prezzo.
    Al contrario, anche a me è capitato di contattare aziende che si sono dimostrare serissime, disponibili, e non hanno avuto nessuna pretesa.
    Non è facile districarsi in questa giungla ma credo che chi ha veramente passione per quello che scrive e quello che fa non avrà mai problemi a trovare la giusta via.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Artemiss, innanzitutto anche questo è un piccolo blog, siamo proprio sulla stessa linea ;) E' vero son anni che ho un blog, ma per i primi 6 avevo un blog personale (su msn) che con il beauty non c'entrava nulla. Dal 2011 ho iniziato a scrivere qualche recensione (sul blog di virgilio), ma comunque non era un blog monotematico, anche lì, oltre alle recensioni cosmetiche parlavo di altro. E' solo da quasi 2 anni che ho deciso di concentrare tutte le energie sulla bellezza: cosmesi (per il 90%), moda e pappa, che sono una golosona, per questo è come se mi considerassi ancora agli inizi. Le prime proposte, in questi 10 anni son arrivate solo dal 2013! Storia recente quindi. Ti ringrazio per aver riportato la tua esperienza, mi trovo sempre d'accordo con le tue idee :)

      Elimina
  5. eccoci,ho letto tutto ciò e vero tante persone se ne approfitano,meno male che sei una donna inteligente che riesce a capire subito le brutte intenzione delle persone,io ti auguro che il tuo blog sia un essempio x tante persone che non sanno come comportarsi davanti a queste tipi de persone imbroglione!tu sei multo brava a dare dei consigli giusti a ogni persone che a bisogno di un consiglio giusto nel momento giusto come ho chiesto io tante volte a te,vedrai k prima o poi arrivera pure a te una bella oportunità e con le persone giuste!ti mando un bacio grande e auguri ancora x il tuo bellissimo BLOG.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maggi, sei sempre gentilissima :*

      Elimina
  6. Scusami..ho una domanda: quindi non si deve assolutamente mettere nessun link a nessun tipo di recensione che si faccia? :O

    http://mymarghe.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se il prodotto lo hai comprato tu, non ci sono problemi con i link anche se per una questione seo è sempre meglio non avere troppi link in uscita e limitarli. Invece metterli nelle recensioni di prodotti ricevuti gratis, o di recensioni pagate, sono proprio vietati a meno che non usi il nofollow.

      Elimina
  7. Ciao Cara, innanzitutto ti ringrazio per questi preziosi consigli che ci dai...volevo chiederti una spiegazione riguardo questo post. Non ho ben capito il perché, se ricevo un prodotto per recensirlo non devo inserire il link dell'azienda che me lo ha inviato. Puoi darmi qualche altra delucidazione per cortesia? Ti ringrazio molto :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao. Puoi inserirlo ma devi mettere il nofollow. In caso contrario violi il regolamento di Google che se ti becca banna il tuo blog dalle sue ricerche o lo penalizza. Trovi più info qui https://support.google.com/webmasters/answer/66356?hl=it

      Elimina

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia un commento, i commenti mi aiutano a migliorare il blog e ad arricchirlo. Generalmente ricambio i commenti, soprattutto se li reputo interessanti.

Si parla di...

Instagram Photos

Chi sono

Sabrina La Targia

Sabrina, blogger dal 2005. Laureata in chimica ma beauty advisor nella vita, creo contenuti sul web per passione.

Contatti

Sei un'azienda o un sito web e vuoi farmi provare i tuoi prodotti? Scrivimi a: memoliy84@gmail.com _______________________________
If you are a company or website that would like me to test/review some of your product, feel free to contact me at: memoliy84@gmail.com
follow me
pulsante facebook google plus twitter bloglovin instagram

Visualizzazioni

Lettori fissi

Newsletter