14 novembre 2014

3 cose che non dovresti fare sul tuo blog di make up

Ho ormai chiarito da tempo la differenza tra blogger e tester, la ripeto qui brevemente.
Dal mio punto di vista, ma tutti i miei articoli ovviamente si basano sulle mie opinioni di cui non ho presunzione di trattare come dati di fatto, la tester è chi ha un blog solo per ricevere prodotti gratis scrivendo generalmente recensioni positive sui prodotti che riceve, la blogger invece si pone come consigliera, scrive per la lettrice e cerca il confronto, tratta di un argomento specifico e quando fa una recensione di un cosmetico ne parla con sincerità indipendentemente dal fatto che questo sia stato ricevuto gratis o che lo abbia acquistato con i soldi propri.

Ora se avete deciso già da tempo di essere beauty blogger, così come lo vorrei essere io provandoci giorno per giorno, e quindi attente al lettore, ci sono alcune cose che dovreste proprio evitare sul vostro blog... non parlo di come scrivere o di come non scrivere le recensioni, bensì di dettagli più tecnici come il layout e non solo.

Non mi copiare

Il tasto destro del mouse disabilitato. Perchè? Perchè lo fai? Se quello che ti spinge a bloccare l'uso del tasto destro del mouse è la paura che qualcuno possa copiarti, stai pure tranquilla, chi vuole copiare lo fa lo stesso, basta infatti visualizzare il codice sorgente della pagina e da lì si possono scaricare immagini, frasi, css, gadget, la vostra biografia e tutto quello che c'è nella borsa di Mary Poppins. Certo il tutto diventa un tantino più complicato rispetto al copia e incolla classico ma sappiate che chi vuole rubare lo farà lo stesso attraverso questo sistema, ci metterà qualche minuto in più ma ci riuscirà comunque senza problemi.

blogger

Ora, se credete che cercare di rendere la vita difficile agli scopiazzatori sia utile, sappiate che quello che in realtà state facendo è: perdere lettori!


Il motivo è davvero molto banale, chi disabilita il tasto destro del mouse risulta antipatico! Avete presente quando entrate in profumeria e la commessa vi segue ad ogni passo e voi vi sentite come se foste delle ladre? State trattando il lettore esattamente in quel modo e vi spiego perchè.

Chi usa il tasto destro del mouse non lo fa per copiare le vostre preziosissime foto o i vostri superbi post, in genere lo fa per due motivi

  • Aprire un link in un'altra finestra per poter approfondire un argomento o per visualizzare la vostra fan page mentra continua a leggervi sul blog
  • Copiare del testo, tipo il nome di un cosmetico, per poter fare ulteriori ricerche e farsi quindi un'opinione completa su un prodotto.

Disabilitando quindi il tasto destro del mouse fate tre cose:

  • infastidite il lettore
  • perdete visualizzazioni di pagina
  • perdete un follower

Così, come la commessa vi avrà fatto scappare dal negozio solo perchè vi stava addosso, voi avete spinto fuori il lettore dal vostro blog, lettore che nel 99,9% dei casi non era lì per copiarvi, come voi non volevate rubare in profumeria... capito il concetto? Ecco, quindi disattivate quel cavolo di blocco, non serve e dà fastidio.

Recensioni, prodotti gratis e link

Hai scritto una recensione di un prodotto gratis e giustamente, per ringraziare l'azienda ma anche per indirizzare chi fosse interessata al prodotto verso lo shopping online, inserisci un link esterno.

Cattiva, cattiva, cattiva! Non si fa! Google Piange!

La storia è semplice: Google ha un programma di pubblicità che si chiama Adwords, le aziende pagano google per farsi pubblicità con adwords e se tu inserisci un link pubblicitario scavalcando Adwords, ecco che Google ci resta male e si arrabbia... ovviamente la realtà è molto più complessa ma la sintesi è questa e se google si arrabbia allora ti cancella dai suoi risultati di ricerca e tu da un momento all'altro sul web non sei più nessuno, niente, zero, sei spazzata via in un colpo solo. Lo sai, se al tuo blog ci hai lavorato tanto per riuscire ad ottenere qualche visita, perdere tutto per un semplice link non è piacevole, quindi evita.

Esistono le alternative, potresti aggiungere un nofollow al tuo link, la cosa divertente è che su blogger se aggiungi il nofollow ti viene tolto in automatico quando pubblichi il post, il perchè succede non si sa, sarà ovviamente una pecca di blogspot... (aggiornamento aprile 2015, ho notato da un po' di tempo che il bug è stato risolto, ora il nofollow resta). Ad ogni modo ricordo, secondo il regolamento di google sugli schemi di link, che un link pagato (soldi o prodotti gratis per google sono la stessa cosa) anche con il nofollow non è visto proprio di buon occhio quindi meglio non metterlo proprio o, se proprio si deve, limitarli in numero.

Questa storia io la conoscevo da tempo e mi dissi: massì dai, figurati se google si accorge proprio di me chenonmicaganessuno che violo questa piccolissima parte del regolamento... ebbene il marzo scorso ho ricevuto una bella letterina dove Google, molto gentilmente, mi diceva che aveva bannato il mio blog e che se volevo rientrare tra le sue grazie dovevo eliminare tutti i link sospetti, ossia quelli presenti nelle recensioni dei prodotti avuti gratis. Ovviamente ho eseguito subito gli ordini e ho rimosso tutti i link che potevano dargli fastidio... dopo qualche mese il mio blog è stato riconsiderato, vi assicuro che la perdita di visite tra marzo e aprile è stata davvero significativa. Non lo rifarò mai più, promesso!

Pubblicità, pubblicità ovunque.

Ok, dedichi del tempo al tuo blog e siccome il tempo è denaro, lo sappiamo tutti, vuoi guadagnarci anche tu qualcosina.
Nel monetizzare con il proprio blog non c'è assolutamente nulla di male, può essere un modo per pagarsi il dominio, oppure un sistema per avere dei soldi a disposizione per comprare dei prodotti di cui volete parlare alle vostre lettrici o semplicemente un modo per potervi permettere una pizza in più. Insomma qualunque sia il motivo che vi spinge ad inserire dei banner sul blog sarà sicuramente valido e non biasimabile. Ad ogni modo è importante capire il se e il quando inserirli.

Una cosa che ho imparato dai grandi blogger, un giorno vi farò i nomi anche se i grandi non hanno bisogno di presentazioni, da quelli che con il blogging ci tirano su stipendi, ci scrivono libri, fanno convegni... insomma gente con i controcervelli, è che la strada del successo di un blog la intraprendi quando poni attenzione massima sul lettore e cerchi di rendergli le cose facili e semplici.

beauty blogger


Ora considerando che un banner pubblicitario ha lo scopo di far fluire il vostro traffico (lettore) dal vostro sito ad un altro, quello che succede quando un lettore ci clicca su è andarsene dal vostro blog e voi lo avete perso. Certo ci avrete guadagnato qualcosa, in genere pochi centesimi, ma ne sarà valsa la pena?

Ovviamente se avete un traffico, un numero di visitatori, importante, diciamo almeno un migliaio al giorno, il numero di click potrebbe farvi guadagnare una cifra che può raggiungere o anche superare lo stipendio medio di un'addetta al call center... insomma son soldi che non fanno schifo. Ho detto potrebbe, badate bene, la stima delle entrate dipende da innumerevoli fattori, il discorso si basa comunque sull'uso di Adsense, programma di affiliazione di google che richiede molto tempo per poterlo implementare bene.

Ad ogni modo se avete molte visite, come la cifra indicativa detta prima e conoscete molto bene adsense, mettere i banner sul blog in cambio di qualche pagina vista in meno è un buon compromesso a fronte di entrate consistenti, il gioco vale la candela.

Cosa succede però se inserisci un banner su un blog poco visitato? Ecco che hai perso un lettore per niente, questo avrebbe potuto leggere più pagine, decidere in seguito di fidelizzarsi inscrivendosi ad una tua fan page e tornare a visitarti le volte successive, ma ecco che con quel banner lo hai perso e per quanto? Pochi centesimi, pochissimi, tanto che se in un mese riesci a superare i 5 euro sei pure fortunata, vi sembrerà strano per una cifra così misera ma vi assicuro che ci riescono davvero in pochi a guadagnare di più!

Quindi metti i banner se hai già un buon seguito, te li devi poter permettere, la realtà è questa. I banner arrivano quando il tuo blog è già conosciuto, non prima.

Eccomi quindi a concludere questo interminabile post scritto a cavallo tra un giovedì e un venerdì notte dopo aver visitato un sito con il tasto destro del mouse disattivato... ringrazio la mia musa, già dimenticata, se non avessi visto il suo assolutamente irritante blog non avrei scritto questo articolo che ad ogni modo spero possa esservi utile... dite la vostra opinione, per me è importantissima!

Leggi anche: I commenti di qualità per un blog

9 commenti:

  1. Ciao Sabrina!sai che leggo sempre i tuo post con molto piacere. Non Aosta cosa aia un nofollow, mi informero', perché mi capita spesso di mettere link esterni (ora lo faccio a fine dell'articolo per evitare confusione com il testo del post)sopratutto per suggerire un approfondimento al lettore. Per il fatto di adsense, vorrei metterlo per cominciare a capirci qualcosa più che per guadagnarci realmente. Dici che non ne vale?pensi ci sia un numero di utenti minimo prima di mettere adsense?mi piacerebbe sentire la tua opinione in merito. Un saluto
    Artemiss

    RispondiElimina
  2. Ciao Artemiss, il nofollow è un tag che si aggiunge nel codice html del link, strutturato così: testo, lo puoi visualizzare quando visioni il tuo post in formato html, come dicevo purtroppo l'attributo rel nofollow viene eliminato da blogspot anche se lo inserisci manualmente, ciò accade dopo la pubblicazione, non ne conosco il motivo.
    Per adsense fai pure un test, è giusto provare e farsi un'idea su come funziona e su quanto può rendere, l'ho fatto anche io qui, poi ho capito che non ne valeva la pena ed era meglio attendere... l'ideale sarebbe avere quelle 800 o meglio 1000 visualizzazioni di pagina giornaliere che ti consentono di ottenere dei dati significativi tali da avere un punto di vista chiaro su come funziona in breve tempo, con quei numeri poi potresti anche guadagnare qualche euro al giorno, ma il discorso sui guadagni è complicato perchè varia da sito a sito ed è strettamente legato ai contenuti del tuo blog, alle visite e a come gestisci le ads. Ad ogni modo l'unica cosa che puoi fare per scoprire come funziona adsense e se rende, è provarlo, ma ripeto, con meno di 800 pagine viste al giorno ci potresti mettere tanto per ottenere dati significativi e intanto perderesti lettori. In bocca al lupo.

    RispondiElimina
  3. Grazie dei consigli. Sul mio blog adsense è attivo da un paio di giorni.. non ci ho capito niente di come funzionerà.. ma se è come dici tu probabilmente lo disattivero'

    RispondiElimina
  4. hai dato dei consigli molto validi e utilissimi!!!!
    buon weekend baciii!!!

    RispondiElimina
  5. Hai dato degli ottimi consigli! In effetti anche a me non piace quando trovo disabilitato il tasto destro!

    RispondiElimina
  6. La questione dei link non la sapevo, ora ho visto ( dopo mesi, buongiorno federica!) che effettivamente è presente quell'opzione in automatico, già ero in crisi perché non sapevo dove inserire il tag eheh. Grazie dei consigli! :)

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia un commento, i commenti mi aiutano a migliorare il blog e ad arricchirlo. Generalmente ricambio i commenti, soprattutto se li reputo interessanti.

Si parla di...

Instagram Photos

Chi sono

Sabrina La Targia

Sabrina, blogger dal 2005. Laureata in chimica ma beauty advisor nella vita, creo contenuti sul web per passione.

Contatti

Sei un'azienda o un sito web e vuoi farmi provare i tuoi prodotti? Scrivimi a: memoliy84@gmail.com _______________________________
If you are a company or website that would like me to test/review some of your product, feel free to contact me at: memoliy84@gmail.com
follow me
pulsante facebook google plus twitter bloglovin instagram

Visualizzazioni

Newsletter